“Groppone da Ficulle fu lo più grande capitan di Tuscia. E io son colui che con un sol colpo d’ascia lo tagliò in due. Lo mio nome – stare attenti! – lo mio nome est Brancaleone da Norcia!”. Con questa frase, ormai divenuta celebre, Vittorio Gasman millanta il suo valore e afferma di avere già in pugno la nomina a “gran capitano d’arme” e “lo ricco matrimonio” messo in palio in seguito alla vittoria di un torneo. E probabilmente avrebbe ottenuto ciò, se non fosse stato per la “malabestia” Aquilante, il suo cavallo giallo canarino che raglia come un asino, e che fugge davanti all’avversario procurando al povero Brancaleone una barbina figura. Tra le scene del divertentissimo film  “L’armata Brancaleone”, girato in parte nella splendida Tuscia, non potevano mancare i paesaggi nelle vicinanze del bellissimo lago di Bolsena.

lombrichelli al cioccolato

E con lo stesso spirito, da trionfatore, conviene andare a scoprire queste zone, come se si volesse andare alla conquista di magnifici scorci. Ma prestate attenzione! E’ molto più facile che da queste meraviglie siate voi ad essere conquistati. Il più grande lago vulcanico d’Europa, il lago di Bolsena,  è anche uno dei più puliti. Fino a qualche anno fa si diceva che fosse un “lago da bere”. Sarà per questo che il suo colore azzurro è così splendente,  e perché è così semplice rimanerne rapiti.

Bolsena

Bolsena

Bolsena

Bolsena

Lo splendido borgo che dà il nome a questo lago, Bolsena, è tutto da scoprire e regalerà sicuramente molte soddisfazioni agli impavidi esploratori. Ogni scorcio sembra così perfetto e così diverso dal precedente che non si vorrebbe mai smettere di girovagare. Camminando tra muri di pietra, palazzi sontuosi, archi e torri, si sale sempre più finché non iniziano a comparire i fantastici scorci sul lago. Salendo ancora si arriva alla bellissima rocca Monaldeschi, alla quale si può accedere tramite una panoramica passerella in legno. Ovunque il paese è ornato da bellissimi vasi a forma di teste, dai quali escono piante a mo’ di capigliature. Questi sono realizzati da un bravissimo artista locale che, vendendo le sue creazioni, ha dato vita ad un ulteriore ravvivamento di questo borgo, se mai ce ne fosse stato bisogno.

Vaso Bolsena

Ma non è tutto: per comprendere un posto, sono convinta che si debba assaggiare il suo cibo. Uno dei piatti che mi ha incuriosita di più è l’antica ricetta dolce dei “Maccheroni con le noci”. Originariamente questa ricetta era preparata utilizzando una pasta grezza fatta in casa utilizzando della farina integrale. Un buon modo per rimpiazzare questa pasta, se non si ha tempo per farla, è utilizzare i pizzoccheri oppure, come ho fatto io, dei lombrichelli integrali. Il risultato è davvero sfizioso, perché l’abbinamento della pasta al dolce, sebbene insolito, è sorprendentemente buono. Le spezie sono presenti nella ricetta originale. Invece di utilizzare una teglia ho utilizzato delle piccole formine per avere dei dolcetti monoporzione. Dunque, riscopriamo le antiche tradizioni con questa squisita ricetta veloce, leggera e veramente deliziosa!

lombrichelli al cioccolato

lombrichelli al cioccolato

Lombrichelli con le noci

Ingredienti per cinque porzioni:

200 g lombrichelli integrali, o pizzoccheri o tagliatelle integrali

150 g di noci sgusciate

80 g di zucchero grezzo

100 g di cioccolato fondente

20 g di cacao in polvere

La buccia di un limone grattugiata

Mezzo cucchiaino di cannella in polvere

Mezzo cucchiaino di zenzero in polvere

La punta di un cucchiaino di pepe

La punta di un cucchiaino di noce moscata

Olio d’oliva

Procedimento:

In un mortaio pestare grossolanamente le noci, ridurre il cioccolato in scaglie e mettere tutto in un contenitore capiente conservando un po’ di noci per la decorazione. Aggiungere lo zucchero, la buccia di limone, le spezie e mescolare bene. Oliare le formine. Cuocere i lombrichelli in abbondante acqua, poi scolarli nel contenitore con il miscuglio. Mescolare benissimo e, prima che si freddino, arrotolarli aiutandosi con un cucchiaio ed una forchetta e metterli nelle formine. Lasciar freddare e mettere in frigo per una notte. Prima di servirli toglierli dalle formine, spolverare di cacao e decorare con le noci.

 

foglia

lombrichelli al cioccolato